I musicologi e il WWF

Per sopravvivere e progredire, la specie homo sapiens sapiens ha bisogno di nutrirsi, di riprodursi e di trasmettere il proprio sapere e la propria cultura. A tale scopo gli esseri umani hanno inventato le scuole: di generazione in generazione esse tramandano, formalizzati, i contenuti culturali che la società ha elaborato nel corso della storia. Ciò consente ai giovani di riconoscersi nella propria civiltà, di interagire con essa, di acquisirne consapevolezza.

In questo processo entrano in gioco due saperi: il sapere scientifico, elaborato dai ricercatori; il sapere didattico, insegnato nelle scuole. Saperi non scissi, ma in rapporto costante: in un mondo ideale, i docenti delle scuole attingono ai contenuti scientifici, e i ricercatori osservano la scuola perché è lì che il loro sapere, opportunamente organizzato, circolerà. Si sono così sviluppate, in seno alle discipline, anche le rispettive didattiche: didattica delle lingue, della matematica, della storia eccetera. Gli studiosi di questi campi sanno che la trasmissione del sapere è essenziale allo sviluppo della società, ma di rimando anche alla sopravvivenza delle discipline, e dunque di loro stessi. continua …