Navigare nel web: nuove tecnologie per la ricerca in àmbito umanistico

Tra le nove colonne del Grande dizionario della lingua italiana curato da Salvatore Battaglia dedicate alla voce «navigare» (XI, 1981) non compare né un cenno, né un riferimento a un significato riconducibile all’àmbito informatico. Nel lessico di tutti noi, donne e uomini più o meno giovani del XXI secolo, “internauti” del terzo millennio, è diventato invece del tutto naturale attribuire al lemma un’accezione di tipo informatico. Navigare in rete, nel web, guidandone il moto secondo criteri consapevoli o lasciandosi trasportare inconsapevolmente alla ricerca di informazioni, documenti e curiosità, è diventata un’abitudine quotidiana alla quale risulta ormai difficile sottrarsi. Fino a … continua …

La promozione della musica è un gioco al rilancio?

La promozione della cultura musicale pone molti interrogativi ai suoi fautori. I dubbi riguardano principalmente strategie e modi di agire: che spazio deve avere l’ascolto? come proporlo? che ruolo assegnare alla parola? come gestire l’alternanza musica/discorso? Sono domande che astraggono dagli obiettivi del singolo intervento e competono ad un livello precedente di riflessione. Vertono sui presupposti, sulle condizioni di un’azione e sulle attese conoscitive di un pubblico. Pongono su un piano operativo la questione del rapporto interno alla cultura musicale tra il fare e il sapere, tra le categorie della produzione e della ricerca. Categorie che il senso comune associa … continua …

Il quagga, o dello spaesamento museale

Oggi non esiste museo in cui non si svolgano attività didattiche. Ma quali idee orientano le scelte dei responsabili di tali attività? Per parte nostra, crediamo fermamente che questi operatori non debbano perdere di vista le peculiarità del concetto di “museo” e, dunque, che la didattica museale debba attingere i suoi strumenti, oltre che dalla pedagogia e dalle didattiche disciplinari, anche e soprattutto dalla museologia. André Malraux ricordava che il museo è da sempre il luogo dello spaesamento dell’oggetto e che tale, inevitabile, spaesamento è alla base di una sua qualsiasi e possibile ricontestualizzazione [Il museo dei musei (1951), Leonardo, … continua …

L’educazione all’ascolto nella scuola primaria

“Fare musica tutti”, “Un coro in ogni scuola”: da qualche anno simili slogan sono al centro di dibattiti sull’educazione musicale, ispirano azioni legislative (tra tutte il DM 8/2011: «iniziative volte alla diffusione della cultura e della pratica musicale nella scuola […]») e progetti didattici, anche nella scuola primaria, dove, da alcuni anni, l’attenzione verso la musica è in costante crescita. E l’ascolto? Di ascolto e di educazione all’ascolto poco si parla, così come di rado si parla di cultura musicale. Il ‘fare’ risulta essere l’asse privilegiato – (se non l’unico) – di una certa educazione musicale. Sono offuscati – o … continua …